hesse conferenze e visite guidate

In occasione della mostra “Hermann Hesse. Acquerelli”, la Fondazione Culturale Hermann Geiger ha organizzato alcune iniziative collaterali allo scopo di promuovere la conoscenza del grande scrittore, Premio Nobel per la Letteratura nel 1946, e delle sue opere sia letterarie sia pittoriche.

0
0
0
s2smodern

conferenze nativi

La Fondazione Culturale Hermann Geiger, in occasione della mostra "Nativi. Sulle tracce dei popoli delle Grandi Pianure", ha organizzato due conferenze al Palazzetto dei Congressi in Piazza Guerrazzi a Cecina (LI):

- Venerdì 15 gennaio la dott.ssa Naila Clerici, direttrice della rivista "Tepee" e presidente dell'associazione Soconas Incomindios proporrà un incontro dal titolo "Grandi nazioni nelle Grandi Pianure. Storia e cultura dei nativi americani".

- Venerdì 22 gennaio la conferenza "Mitákuye oyás’in. La spiritualità dei Lakota Sioux" sarà tenuta dal prof. Alessandro Martire Brings Plenty Oyatenakicijipi, presidente dell'associzione Wambli Gleska e membro onorario della nazione Lakota Sioux di Rosebud e loro unico rappresentante legale internazionale in Italia e presso l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani a Ginevra.

Entrambi gli incontri si terranno alle ore 18 e avranno ingresso libero.

Per maggiori informazioni  0586.635011

Eventi organizzati in occasione della mostra Nativi. Sulle tracce dei popoli delle Grandi Pianure

 

0
0
0
s2smodern

Incontro Nacci

Venerdì 27 novembre alle ore 17:45 presso il Palazzetto dei Congressi in Piazza Guerrazzi a Cecina, la Fondazione Culturale Hermann Geiger organizza, a ingresso gratuito, un incontro con l’autore Andrea Nacci, che presenterà il suo ultimo libro I segreti di Cecina (De Caecinae secretis) – Le nuove indagini dell’Alchimista volterrano, edito da Tagete Edizioni in collaborazione con la tipografia Bandecchi & Vivaldi e patrocinato dai comuni di Cecina, Rosignano Marittimo, Volterra e Bibbona.

0
0
0
s2smodern

premio letterario 2015

Corrado Fortuna è il vincitore del Premio Geiger

A vincere il Premio Letterario Hermann Geiger 2015 è il romanzo Un giorno sarai un posto bellissimo, di Corrado Fortuna (Baldini & Castoldi, Milano 2014). La motivazione fornita dalla Giuria è la seguente: “Corrado Fortuna riesce a parlare di mafia, attentati e rivolta morale con un buon ritmo e leggerezza all’interno di un impianto ben costruito: una narrazione basata su una felice commistione tra storia e privato, fiction e cronaca, memorie d’infanzia e bruciante attualità, e declinata nelle cifre dolenti di una chiave narrativa gialla. La vera protagonista del romanzo è la città di Palermo, che diventa il luogo dal quale occorre partire per raccontare e capire la storia d’Italia dell’ultimo mezzo secolo. Un giorno sarai un posto bellissimo lancia anche nel titolo un messaggio di speranza non solo per la Sicilia, ma per l’Italia intera”.

0
0
0
s2smodern

cecinautori2015

Da giovedì 9 a domenica 12 luglio si terrà a Cecina (LI), nella piazza centrale F. D. Guerrazzi, la terza edizione di CecinAutori. Festival della letteratura, delle arti e dello spettacolo.
Il Festival è organizzato e promosso dalla Fondazione Culturale Hermann Geiger, ente morale senza scopo di lucro con sede a Cecina e attivo nei settori della cultura e della promozione sociale sul territorio. La rassegna è curata dal direttore artistico della Fondazione, Alessandro Schiavetti, e patrocinata dalla Regione Toscana e dal Comune di Cecina.

CecinAutori offre la possibilità di assistere a interviste, incontri e spettacoli con scrittori, giornalisti, registi e cantautori tra i più amati dal pubblico. Arrivato alla sua terza edizione, il Festival conferma di essere uno degli eventi culturali principali dell’estate della costa toscana, e quest’anno si arricchisce con una nuova, quarta, serata d’incontri. 

Tre sono gli appuntamenti giornalieri: il primo, alle 19:15, è dedicato alla saggistica e alla narrativa; il secondo, in prima serata alle 21:30, ha come protagonisti le grandi personalità del panorama culturale provenienti dalla letteratura, dal teatro, dal cinema o dal mondo della musica; l’ultimo incontro, alle ore 23, tratta temi scientifici, storici, tematiche di frontiera, mistero e paranormale.

CecinAutori sarà inaugurato giovedì 9 luglio, in prima serata, con l’incontro con Giobbe Covatta, che presenterà il suo nuovo libro A qualcuno piace caldo (Mondadori) e si esibirà in alcuni sketch comici. A seguire sarà possibile ascoltare l’alchimista Giorgio Sangiorgio con I misteri dell’alchimia.

Nella fascia oraria delle 19:15, il venerdì si parlerà di calcio con Nicola Calzaretta, che presenterà il suo libro L’Abatino, il Pupone e altri fenomeniTutto il calcio soprannome per soprannome (Rizzoli). Interverranno Roberto Beccantini (giornalista sportivo), Eraldo Pecci e Domenico Marocchino. Il sabato il giornalista Antonio Caprarica presenterà Il romanzo di Londra. Storie, segreti e misfatti di una capitale leggendaria (Sperling & Kupfer), e la domenica Sergio Rizzo introdurrà il suo nuovo libro Da qui all’eternità. L’Italia dei privilegi a vita (Feltrinelli).

Ospiti principali delle prime serate, oltre a Giobbe Covatta, saranno il critico musicale Dario Salvatori, il cantautore Enrico Ruggeri e la regista Lina Wertmüller
Dario Salvatori terrà l’incontro Musica di fine secolo, mentre Enrico Ruggeri si presterà a una straordinaria intervista. Domenica, invece, CecinAutori renderà omaggio a Lina Wertmüller, ripercorrendo con lei la sua carriera cinematografica.

Nell’area delle ore 23 sarà possibile seguire invece Valentin Patrizia Elli nell’incontro Arcani Templari e Adriano Petta, che parlerà di Ipazia e la biblioteca di Alessandria. Chiuderà questa edizione di CecinAutori il padre della filosofia dei sistemi, Ervin László con Chi siamo davvero? Cos’è l’universo?

Strettamente legato al Festival è il Premio letterario Hermann Geiger che si rivolge alle opere prime di narrativa, romanzi e raccolte di racconti di autori italiani presentati dalle stesse case editrici. I vincitori delle precedenti due edizioni sono stati Marco Marsullo con Atletico Minaccia Football Club (Giulio Einaudi editore, 2012) e Pietro Gattari con Il duca (Castelvecchi Editore, 2013). Il nuovo vincitore sarà presentato e premiato sul palco di CecinAutori domenica 12 luglio alle ore 21, durante l’ultima serata della rassegna.

Nei giorni del Festival, presso lo spazio espositivo della Fondazione Geiger nella stessa piazza Guerrazzi, sarà possibile visitare la mostra Jean Tinguely. I Filosofi, che espone nove sculture cinetiche della serie dei Filosofi realizzate dall’artista svizzero nel 1988 e cinque sedie-serpente della moglie Niki de Saint Phalle. La mostra è aperta tutti i giorni fino al 20 settembre, dalle 18 alle 23.

Tutti gli incontri e le iniziative collaterali di CecinAutori sono completamente gratuiti.


Informazioni

CecinAutori – Festival della letteratura, delle arti e dello spettacolo
Date: 9-12 luglio 2015
Luogo: Piazza Guerrazzi, Piazza della Chiesa – Cecina (LI)
Ente organizzatore: Fondazione Culturale Hermann Geiger
Per info: www.cecinautori.it - www.fondazionegeiger.org
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mediapartner
Adnkronos
Pisa In Tv
Radio Bruno Toscana

Ufficio Stampa
SPAINI & PARTNERS 
T. + 39 050 36042/310920 

PDFOltre diecimila presenze per il festival della letteratura - La Nazione Livorno - 14-07-2015

PDFLa regista Wertmuller cecinese onoraria - Il Tirreno - 14-07-2015

PDFConsensi per Area 23 col professor Pelosini - La Nazione Livorno - 14-07-2015

PDFCecinAutori - Il Tirreno - 13-07-2015

PDFFocus CecinAutori la premiazione Wertmuller e Rizzo ospiti - La Nazione - 12-07-2015

PDFLina Wertmuller e Sergio Rizzo chiudono il festival CecinAutori - Il Tirreno - 12-07-2015

PDFMusica e parole tocca a Ruggeri - Il Tirreno - 11-07-2015

PDFCecinAutori - La Repubblica Firenze - 11-07-2015

PDFCaprarica e Ruggeri serata clou a CecinAutori - La Nazione - 11-07-2015

PDFMusica calcio e templari al Festival CecinAutori - Il Tirreno - 10-07-2015

PDFLo sport il cinema la musica quante idee nascono in piazza - Il Tirreno - 10-07-2015

PDFCecinAutori. Torna il luglio dedicato ai libri - La Nazione Firenze - 10-07-2015

PDFGiobbe Covatta apre CecinAutori - La Nazione - 09-07-2015

PDFCovatta Caprarica e Rizzo per il festival in piazza Guerrazzi - Il Tirreno Cecina Rosignano - 09-07-2015

PDFLetteratura arte spettacolo e CecinAutori - La Nazione Livorno - 09-07-2015

PDFCorrado Fortuna vincitore del premio letterario 2015 - La Nazione Livorno - 09-07-2015

PDFAl via la terza edizione di CecinAutori con Rizzo e Calzaretta - Libero - 08-07-2015

PDFEnrico Ruggeri - Corriere Fiorentino - 11-07-2015

PDFA CecinAutori libri musica e alchimia - Il Giornale - 07-07-2015

PDFCon Giobbe Covatta si alza il sipario di CecinAutori 2015 - La Nazione Livorno - 04-07-2015

PDFLa letteratura in piazza con il festival CecinAutori - Il Tirreno - 04-07-2015

PDFL'estate suona bene - PlenAir - Luglio 2015

PDFCecinAutori letteratura arti e spettacolo - Leggere tutti - Luglio 2015

pdf buttonCovatta leggi e ridi - QN - La Nazione - 26-06-2015

pdf buttonIl premio letterario Geiger a Corrado Fortuna - Il Tirreno - 25-06-2015

0
0
0
s2smodern

eventi grande guerra

In occasione della mostra “La Grande Guerra. Il mondo contro se stesso”, la Fondazione Culturale Hermann Geiger ha organizzato alcuni incontri con esperti e scrittori che si sono dedicati allo studio e all’analisi della storia della Prima guerra mondiale.

Venerdì 10 aprile, alle ore 18: Incontro con l’autore Giovanni Fasanella e presentazione del libro “1915. Il fronte segreto dell'intelligence. La storia della Grande Guerra che non c'è sui libri di storia”, Sperling & Kupfer. Introduce l’ing. Damiano Leonetti – storico della Grande Guerra

Venerdì 17 aprile, alle ore 18: Conferenza sul tema “La Toscana nella Grande Guerra”
Intervengono:
Prof. Fabio Bertini - coordinatore dei comitati toscani per il Risorgimento e professore di Storia contemporanea dell'Università di Firenze
Ing. Damiano Leonetti – storico della Grande Guerra

Sia la presentazione del libro, sia la conferenza si svolgeranno, con ingresso libero, all’interno del Palazzetto dei Congressi, in Piazza Guerrazzi a Cecina (LI) ed entrambi sono organizzati dalla Fondazione Culturale Hermann Geiger in occasione della mostra “La Grande Guerra. Il mondo contro se stesso”, aperta tutti i giorni (fino al 3 maggio) dalle 16 alle 20, con ingresso gratuito, presso la sala espositiva della Fondazione Geiger in Piazza Guerrazzi 32 (Cecina, LI).

Venerdì 10 aprile, alle ore 18, lo scrittore Giovanni Fasanella, introdotto dall’ing. Damiano Leonetti, storico della Grande Guerra, presenterà il suo libro “1915. Il fronte segreto dell'intelligence. La storia della Grande Guerra che non c'è sui libri di storia”, edito da Sperling & Kupfer.
Giovanni Fasanella, giornalista, sceneggiatore e documentarista, è autore di molti libri d’inchiesta sulla storia segreta italiana.
Superando le ricostruzioni ufficiali della storia della Prima guerra mondiale, sono stati scoperti nuovi elementi, avventurandosi su un fronte poco esplorato, se non addirittura segreto: quello dell'intelligence civile, militare e diplomatica che ha combattuto una «guerra nella guerra», inserendosi nel gioco geopolitico delle nazioni più potenti. Per la prima volta in uno scontro militare fu indispensabile conoscere il nemico e indirizzare l'opinione pubblica; questo è il motivo per cui, anche in Italia, nella delicata fase della neutralità, si svilupparono lo spionaggio e il controspionaggio. Giovanni Fasanella, assieme ad Antonella Grippo, ha ricostruito alcune delle storie più interessanti della nostra intelligence, quelle degli irredentisti che lavorarono clandestinamente per strappare il Trentino agli austriaci, degli ambasciatori d’ingegno capaci di spostare gli equilibri politici, dei «corvi» del Vaticano che congiurarono a favore degli imperi centrali. Una cronaca che fa riemergere gli episodi più oscuri e le pagine censurate della nostra Storia.
Durante l’evento sarà presente uno stand della Libreria Lucarelli di Cecina, che provvederà alla vendita delle copie dei libri di Fasanella.

Venerdì 17 aprile, alle ore 18, si terrà una conferenza dal titolo “La Toscana nella Grande Guerra” in cui interverranno il prof. Fabio Bertini, coordinatore dei comitati toscani per il Risorgimento e professore di storia contemporanea dell'Università di Firenze e l’ing. Damiano Leonetti, storico della Prima guerra mondiale.
Di solito si pensa che la Prima guerra mondiale abbia avuto come scenari precise zone d’Italia, situate a nord del Paese, come il Carso, le Dolomiti, il Piave… In realtà i territori coinvolti furono più ampi e anche la Toscana con le sue zone costiere fece da sfondo a combattimenti che sono rimasti nell’ombra e che invece è giusto e doveroso ricordare.
Una panoramica sulla Toscana al tempo della Grande Guerra permetterà di tracciare un quadro chiaro di come si vivesse allora. Un profilo della società toscana sarà delineato attraverso un’analisi generica dell’economia e della produzione industriale del nostro territorio; sarà inoltre dedicato spazio al racconto delle condizioni di vita della popolazione, presentando dei focus, ad esempio, sulla situazione delle donne e degli esonerati.
Si parlerà poi di alcuni episodi avvenuti nella nostra regione durante la Grande Guerra.
Il 23 maggio 1916 il sommergibile austroungarico U-39 bombardò gli altiforni dello stabilimento siderurgico di Portoferraio. Di fronte agli attacchi degli U-Boot nemici, si pensò di sfruttare i dirigibili come mezzo di pattugliamento delle acque: fu in questo contesto che si inserì l’utilizzo del dirigibile Usuelli 5 (U5) all’aeroscalo di Pontedera. Il 2 maggio 1918 l’U5, di ritorno alla base dopo aver perlustrato un tratto di mare, cadde a Castellina Marittima, provocando la morte di tutto l’equipaggio.
All’interno della mostra “La Grande Guerra. Il mondo contro se stesso” sono inoltre esposti alcuni reperti che raccontano il coinvolgimento della Toscana nella Prima guerra mondiale.

Incontro con l’autore Giovanni Fasanella e presentazione del libro “1915. Il fronte segreto dell'intelligence. La storia della Grande Guerra che non c'è sui libri di storia”, Sperling & Kupfer
Introduce l’ing. Damiano Leonetti – storico della Grande Guerra
Venerdì 10 aprile 2015, ore 18:00
Ingresso libero
Palazzetto dei Congressi, Piazza Guerrazzi, Cecina (LI)

Conferenza sul tema “La Toscana nella Grande Guerra”
Intervengono:
Prof. Fabio Bertini - coordinatore dei comitati toscani per il Risorgimento e professore di Storia contemporanea dell'Università di Firenze
Ing. Damiano Leonetti – storico della Grande Guerra
Venerdì 17 aprile 2015, ore 18:00
Ingresso libero
Palazzetto dei Congressi, Piazza Guerrazzi, Cecina (LI)

Eventi organizzati in occasione della mostra La Grande Guerra. Il mondo contro se stesso

0
0
0
s2smodern

Iscrizione Newsletter

MOSTRE